Controllo delle avversità degli alberi in ambito urbano

Cipresso: il cancro della corteccia del cipresso (Seiridium cardinale) è un fungo che determina il disseccamento di parte della chioma fino a compromettere l’intera pianta. Oltre a rimuovere le fonti di inoculo, rappresentati dai rami secchi, si possono effettuare trattamenti preventivi con ossicloruri di rame. Per contrastare la diffusione del patogeno si può ricorrere alla messa a dimora di cloni resistenti brevettati dal CNR (Bolgheri e Agrimed).

cipresso

Cipresso con porzione distale della chioma disseccata per attacco di Seiridium cardinale

cipresso

Particolare del fusto con cancro corticale. Si notano le fessurazioni della corteccia da cui fuoriesce la resina di colore porpora cardinalizio da cui il nome specifico ( a destra). Tivoli, 2012 Foto M. Marziano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Palme: il notissimo “punteruolo rosso delle palme” (Rhynchophorus ferrugineus Olivier) è oggetto di lotta obbligatoria (DM. 07.02.11 Misure di emergenza per il controllo del Punteruolo rosso della palma). L’introduzione di questo insetto ha decretato la perdita di un patrimonio storico e paesaggistico costituito da interi filari di palme e tutt’ora rende dispendioso in termini economici e ambientali il controllo preventivo con i frequenti trattamenti chimici. Ad aggravare la situazione, l’introduzione di un lepidottero originario del Sud America, Paysandisia archon, che scava gallerie nel fusto e erosione sulle foglie, compromettendo la vitalità della pianta e contemporaneamente il valore estetico. La lotta è basata su trattamenti a base di nematodi entomopatogeni.

Clicca sull’ultima pagina per le conclusioni e il concetto di “urban forestry”.

Pagine: 1 2 3 4 5